SCUOLA DI SHAOLIN  HUNG GAR  KUNG FU  

 金虎洪家功夫學院

 

5 x mille

 

     

HOME
A.S.TIGRE D'ORO
MAESTRI
LINEAGE
NOSTRASCUOLA
MAGAZINE
FORME
ARMI
 DODICI PONTI
STORIA
ALLIEVI
ARCHIVIO EVENTI
FOTO E VIDEO
QIGONG
PROGRAMMA
E.H.G.A.
FORUM PUBBLICO
FORUM
GUESTBOOK
MAPPA SITO
 MAPPE STRADALI
LINKS
E-MAIL MAESTRO
CHIU FAMILY PAGE

CORSI  QIGONG TERAPEUTICO  PRIMA PARTE

  

  

LE ARMI DEL HUNG GAR

 

Lo studio delle armi viene sempre inserito nei programmi di insegnamento del Hung Gar Kung fu perché ogni arma sviluppa caratteristiche muscolari e tattiche di combattimento. Le armi vengono distinte in armi lunghe, corte, flessibili e doppie.


 

Il bastone (gwan )

 

È la più vecchia e la più importante delle armi lunghe: può essere a due teste, a una testa e bastone lungo. Base per l’uso di tutte le armi lunghe, il bastone allena la coordinazione tra le braccia e gli spostamenti delle gambe.


 

La lancia (cheung )

 

Quest’arma lunga allena soprattutto la spinta dell’anca, che rende più potenti calci e pugni, e affina la precisione dei colpi: gli attacchi possono essere portati con la punta o col bastone. Il fiocco posto alla base della punta serviva probabilmente a disturbare la visuale del nemico e assorbire il suo sangue dopo averlo colpito per "dedicarsi" ad un altro avversario senza problemi.


 

L'alabarda ( Kwan dao )

 

È la famosa arma del generale Kwan, da cui prende il nome. Il suo uso, essendo un’arma molto pesante, sviluppa forte energia e notevole massa muscolare


 

Il tridente ( Fu Pa )

 

Il forcone della tigre veniva usato nell’antica Cina per la caccia a questo felino, per difendersi dai suoi attacchi o da quelli dei nemici. E’ un’arma che con i suoi tre denti è l’antenata dei sai giapponesi, le sue rotazioni servono ad imbrigliare le armi degli avversari.


 

La sciabola ( Darn Dao )

 

E’ l’arma che simboleggia la forza della tigre, attacca con movimenti circolari, è una delle più antiche armi ma anche tra le più conosciute. Sul corpo sono presenti due solchi che probabilmente servivano ad incanalare il sangue del nemico colpito evitando per successivi attacchi…… inopportuni spruzzi.


 

La spada ( Jim )

 

E’ considerata la più bella e la più nobile delle armi cinesi. A differenza della sciabola che viene usata su corta e media distanza, la spada serve a tenere l’avversario a lunga distanza, così da poter utilizzare e la punta e il filo dell’arma. La spada dritta a doppio taglio sviluppa l’armonia dei movimenti del corpo e rinforza i polsi.


 

Coltelli a farfalla ( Wu dip dao )

 

Erano le armi del grande Maestro Lam Sai Wing; appartengono al gruppo delle armi gemelle e presentano un lato senza lama mentre l’altro è affilato. L’impugnatura è protetta da una specie di uncino che serve ad imbrigliare le armi avversarie e a permettere la rotazione degli stessi coltelli, infatti mentre uno dei due para, l’altro viene utlizzato per contrattaccare. I coltelli a farfalla sviluppano la coordinazione delle braccia e il loro sviluppo muscolare.


 

Il bastone a tre sezioni ( San Jit Gwan )

 

E’ un’arma flessibile, costituita da tre pezzi uniti tra di loro da anelli di metallo, che può essere usata come bastone per battere e bloccare o come frusta per intrappolare le armi avversarie.